Seminario 9 dicembre dott. Alessandro Lerro: “Crowdfunding in Italia: un’opportunità di crescita e di innovazione per le imprese e per il mercato”

Mercoledì 9 dicembre 20015, dalle ore 10.00 alle ore 13.00 in aula 4, il dott. Alessandro Lerro: “Crowdfunding in Italia: un’opportunità di crescita e di innovazione per le imprese e per il mercato”.

 

 

ABSTRACT

Grazie all’adozione di apposite normative in USA ed Italia, il 2013 è stato l’anno del debutto dell’equity-based crowdfunding, cioè la raccolta di capitale di rischio tramite il web.

A tutto il 2015, il crowdfunding in Nord America cresce più rapidamente che in Europa, ma in Asia il tasso di crescita degli ultimi due anni è anche maggiore, con una raccolta complessiva stimata per il 2015 di circa 35 miliardi di dollari, ed una proiezione di Banca Mondiale al 2025 di oltre 80 miliardi di dollari di volume per il solo investment crowdfunding.

Italia e USA sono i primi a dotarsi di una normativa organica per questo nuovo fenomeno finanziario, candidandosi così a modelli e mercati di riferimento. Tuttavia la dimensione del mercato americano dei capitali ha reso improponibile il confronto.

Trattandosi di sollecitazione di pubblico risparmio, l’equity crowdfunding soggiace, in Italia e nel mondo, alle normative di settore ed alla vigilanza delle autorità finanziarie.

La potenzialità di internet induce da più parti la richiesta di armonizzazione normativa, che tuttavia presenta difficoltà legislative e resistenze politiche.

Il posizionamento è diverso: mentre gli USA puntano a sostenere in generale la piccola impresa, l’Italia si è concentrata sulle start up tecnologiche, ancorché la tendenza sia ad espandere il focus, allo scopo di sostenere la nascita di nuove imprese e la creazione di nuovi posti di lavoro.

In particolare, l’Italia si propone la creazione di un mercato dell’equity crowdfunding, che tenga conto tanto degli obiettivi di raccolta finanziaria, quanto delle esigenze di protezione degli investitori non professionali, in considerazione della estrema rischiosità di ogni investimento nel capitale di rischio.

A prescindere dagli interventi normativi, i mercati più promettenti per la raccolta di capitale di rischio nelle forme dell’equity crowdfunding al momento sono gli USA e il Regno Unito.

Questo sito Web memorizza alcuni dati dell\'utente. Questi dati vengono utilizzati per fornire un\\\'esperienza più personalizzata e per rintracciare la tua posizione sul nostro sito web in conformità con il Regolamento europeo sulla protezione dei dati. Se decidi di rinunciare a qualsiasi tracciamento futuro, nel tuo browser verrà impostato un cookie per ricordare questa scelta per un anno.  Sono d\'accrdo - Non sono d\'accordo
935